Presso il Palazzetto dello Sport di Belpasso, organizzato dalla locale società, si è disputato il Torneo Regionale Open. Cinque gli atleti impegnati nel singolare maschile di 2^-3^-4^ categoria, che sono stati inseriti in un unico girone: Andrew Gambina e Francesco Messa (Ausonia Enna), Andrea Giudice (Il Circolo Etneo), Benedetto Moltisanti (T.T. Modica) e Gabriele Rapisarda (Albatros CT). Gambina ha confermato i pronostici che lo vedevano vincitore, ma è stato più difficile del previsto, dal momento che il successo è arrivato solo per differenza set nei confronti di Messa (secondo) e Giudice (terzo); in quarta posizione si è piazzato Moltisanti.

Alla ribalta tante giovani atlete nel 5^ categoria femminile. Ha vinto Rachel Lara Mifsud (13 anni), tesserata con l’Ausonia Enna. Per l’atleta del presidente Paolo Di Venti fila tutto liscio già nel girone di appartenenza, visto che si impone, senza troppa difficoltà, su Maria Stella Agosta (Buseto TP), sulla giovanissima Federica Amato (Astra), di appena otto anni, e Miriam Averna (Vigaro Siracusa). Nei quarti, Mifsud continua a macinare il suo gioco superando Anna Scalia (Buseto TP) per 11-4/11-3/11-7. Prima di giungere all’ultimo atto, la ventenne Miriam Piraino (T.T. Casper) riesce ad aggiudicarsi il primo set per 12-10, ma poi è un monologo di Mifsud, che vince i successivi tre parziali per 11-1/11-5/11-8. In finale non c’è storia: Mifsud ha la meglio sulla ventunenne Giada D’Elia (T.T. Casper) per 11-5/11-4/11-2. Buona la performance dell’undicenne Matilde Venuto (Astra), che completa il podio perdendo in semifinale con D’Elia per 12-10/13-11/11-5.

Risultati a sorpresa si sono verificati nel singolare maschile di 3^-4^ e 5^ categoria. Gli ottavi di finale sono stati fatali per le prime due teste di serie Gambina e Giudice: il primo, è stato eliminato in quattro set da Raimondo Alecci (Albatros –CT), sempre difficile da superare, mentre il secondo è stato eliminato in quattro parziali dal bravo Davide Sironi (T.T. Vittoria). Il torneo ha registrato il successo di Messa che ha sconfitto nel girone, sempre per 3-1, Vincenzo Fallica (Belpasso), Fabio Andaloro (Il Circolo Etneo) e il giovanissimo Danilo Faso (Top Spin Messina). Successivamente, nell’ordine, ad ammainare bandiera sono stati Piero Briuglia (Astra) per 11-7/11-4/11-7, Massimiliano Sidoti (Pongistica Messina) per 11-7/11-8/11-8 e, nel penultimo turno, Sironi per 11-5/4-11/11-4/12-10. Nell’ultimo atto, Messa non ha avuto problemi nel superare Luca Migliardi (Pol. Galaxy R.C.) in tre comodi set: 11-3/11-7/11-7. Il bravo Gianrosario Valenti (Belpasso), dopo aver vinto il primo set, ha perso in semifinale con Migliardi per 11-9/9-11/4-11/7-11.

Marco Colica (Pol. Galaxy R.C.) è il vincitore del torneo riservato ai 4^-5^-6^ categoria. Dopo essersi classificato primo nel girone, vincendo su Gabriele D’Amico (T.T. Cefalù), Salvatore Sortino (T.T. Vittoria) ed Antonio Cucè (Top Ever Green), Colica ha superato, negli ottavi, Davide Lena (Il Circolo Etneo) per 3-1 e, in maniera più sofferta, in cinque parziali assai combattuti (9-11/11-9/9/11/11-7/12-10), la testa di serie numero due Migliardi. L’atleta della Pol. Galaxy R.C. ha battuto in semifinale per 11-8/11-9/11-4 il sedicenne Sironi, fiore all’occhiello della squadra del presidente Giovanni D’Izzia. In finale, Colica ha affrontato la testa di serie numero uno, Luciano Curatolo (Sportenjoy), che, sebbene in condizioni fisiche non ottimali, è riuscito ad impensierire il vincitore, che però, alla fine, si è affermato in quattro set: 6-11/11-9/11-3/11-8. Anche Francesco Gentile (Il Circolo Etneo) è salito sul podio, fermato in semifinale proprio da Curatolo.

La gara di doppio maschile 4^-5^-6^ categoria è stata affrontata con parecchio impegno, anche in prospettiva della nuova formula (Mini Swaythling) che verrà adottata nei campionati regionali, ed è risultata assai interessante. In semifinale, nella parte alta del tabellone, si sono affrontati Vincenzo Polizzi - Davide Lena (Il Circolo Etneo) e Vincenzo Fallica - Gianrosario Valenti (Belpasso): il successo è andato al tandem della società di Pierpaolo Liberto che, in quattro parziali, (9-11-11-9/11-9/11-6) si è qualificato per la finale. Nella parte bassa del tabellone si sono sfidati Carlo Gianninò-Francesco Gentile (Il Circolo Etneo) e Dario Incamicia-Dario Cioffi (Buseto - TP). Anche in questa semifinale ha avuto la meglio il tandem del Circolo Etneo per 14-12/3-11/11-6/11-6. La finale è stata una sfida in famiglia: ad imporsi è stato il duo Gianninò-Gentile, che hanno superato per 7-11/11-9/11-8/11-7, i compagni di società Polizzi-Lena.

Ancora Davide Lena in evidenza: si aggiudica il singolare maschile 5^-6^ categoria. Il percorso del vincitore è stato assai agevole nel girone, dove ha incontrato Giovanni Licitra (Eirene T.T.), Orazio Giurdanella (T.T.Gela) e Francesco Lapira (Robur Noto). Lena, nel tabellone, ha dapprima eliminato Giuseppe Alacqua (Astra) in tre parziali e, poi, nei quarti Giovanni Cageggi (Albaragnos) in quattro set: 11-6/8-11/11-5/11-2. Al vincitore del torneo, in semifinale, bastano tre set (11-8/12-10/11-5) per avere ragione di Dario Cioffi. Nella finale si assiste ad uno scontro generazionale fra il giovane Lena e il navigato Antonio Calì (Pongistica Messina), ancora in grado di dare fastidio a diversi atleti. In quattro set (11-6/6-11/11-6/11-7) è il diciassettenne Lena ad avere la meglio, ma onore e merito a Calì, che non si è arreso sino alla fine. Il quarto atleta a raggiungere il podio è stato Simone Iudicelli (T.T. Gela) che, nel penultimo turno, è stato battuto da Calì per 11-8/11-6/11-9.

Il singolare maschile di 6^ categoria viene archiviato con un podio formato tutto da giovani, visto che il vincitore, Orazio Catarsini (Top Spin Messina) di appena 21 anni, risulta il più anziano fra i quattro finalisti. Davide Failla (T.T. Vittoria Resurrezione), Simone Melluso (Astra) e Nicolò Catania (Vigaro Siracusa), piazzatisi in seconda, terza e quarta posizione, con 14-12 e 11 anni, fanno apparire l’atleta del Top Spin Messina come un veterano. Ma andiamo con ordine: nel girone è una cavalcata vincente per Catarsini, che supera senza incontrare particolari difficoltà Antonio Siniscalchi (Belpasso) e Santo Paladino (Il Circolo Etneo). Solo Failla che, poi, affronterà di nuovo in finale, riesce a conquistare un set perdendo per 5-11/4-11/11-9/5-11. Successivamente, Catersini si libera in quattro set di Agostino Castiglione (Buseto – TP) e, nei quarti, di Antonino Poma (Buseto – TP) per 11-2/7-11/11-9/11-7. In semifinale, il dodicenne Melluso viene eliminato in tre set: 11-7/11-7/11-4. In finale, lo scontro fra Catersini e Failla risulta più avvincente rispetto alla partita del girone: la spunta, non con qualche difficoltà, l’atleta della società del presidente Giorgio Quartuccio, che era partito con due set di svantaggio prima di concludere, vittoriosamente, in cinque parziali con il seguente punteggio: 7-11/9-11/11-5/11-6/12-10. Ad occupare il restante gradino del podio è Catania, che viene superato da Failla, prima dell’ultimo turno, per 12-10/5-11/11-7/11-3.

Sono soddisfatti per l’andamento del torneo Giuseppe Nicosia e Carmelo Signorello, Presidente e V. Presidente della società organizzatrice, anche per la presenza, in alcune premiazioni, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, del V. Sindaco Tony Di Mauro.

 

(Mario Lo Presti)

IMG 20190930 WA0027

IMG 20190929 WA0005

IMG 20190929 WA0004

IMG 20190930 WA0022

IMG 20190930 WA0023

IMG 20190930 WA0024

IMG 20190930 WA0025

IMG 20190930 WA0026